CIVITANOVESE – ATLETICO ASCOLI 0-2. INATTESO STOP DEI ROSSOBLU

004

Civitanovese (4-4-2): Lorenzetti; Filippini, Armellini, Marino, Carafa; Lorite, Ferrari, Linan ( 5’ st Afazaz), Jorge ( 25’ st Catinari); Ribichini (35’ st Asier), Garcia (28’ st M.Salvati). A disp.: Solà, Smerilli, Giri, Doda. Dutto. All. Emiliano Da Col.
Atletico Ascoli (4-3-3-): Albertini; Serafini, Sosi, Gibbs, Fabi Cannella; Coccia, Tedeschi (35’ st Tarli), Giovannini; Mariani 41’ st Di Silvestre), Gassama ( 31’ st De Marco),Jachini. A disp.: Lattanzi, Cantalamessa, Nicolai, Santoni, Miniscalco. All. Stefano Filippini.
Arbitro: Matteo Bottin di Ancona.
Reti: 26’ pt Jachini, 35’ pt Mariani.
Note: prima dell’inizio della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per ricordare l’ex dirigente della Civitanovese Alessio Tamagnini. Terreno in buone condizioni; ammoniti:: Gibbs, Jorge e Marino. Spettatori circa 250 con un paio di decine al seguito ella squadra ascolana; angoli 2-1; recuperi: 0, 4’.

Civitanova Marche – Un Atletico Ascoli ben organizzato nei vari reparti ha liquidato la Civitanovese che si è battuta con generosità, ma non è riuscita a rimediare ai due gol messi a segno dagli ospiti nella prima frazione di gioco, seppure abbia avuto la possibilità per farlo, ma due legni colpiti, in due momenti strategici della gara, e almeno due palle-gol buttate al vento, hanno sanzionato una sconfitta che l’ha fatta scivolare fuori dal gruppo di testa della classifica. In avvio di gara, Civitanovese sicura di se e al 5’ era bravo Albertini nel neutralizzare con un stupendo colpo di reni una deviazione ravvicina di Ribichini. Ancora in evidenza la suadra di casa al 19’ quando si proponeva con un’ottima triangolazione, ma Jorge ritardava la conclusione. Ospiti sempre ben guardinghi e pronti alle ripartenze come al 26’ quando con un prolungato possesso di palla e Lorenzetti bravo a deviare una prima conclusione ravvicinata, Jachini era nella posizione giusta per mettere in rete. Gol mancato al 32’ dei Rossoblu quando Ribichini di testa compiva il palo alla sinistra di Albertini e gol
subito al 35’ quando gli ascolani raddoppiavano con Mariani a conclusione di una rapida manovra. Al 45’ con la Civitanovese in assalto nell’area ospite, l’arbitro fischiava la fine del primo tempo un istante prima che Filippini dal limite dell’area metteva in rete. Gol annullato e le proteste dei Rossoblu, ma non c’era nulla da fare. Anche in avvio di ripresa, veloci affondo degli ospiti e al 3’ su cross dell’ottimo Giovannini, il bomber Gassama concludeva alto da buona posizione. Al 18’, in un momento di flessione degli ascolani, Jorge veniva fermato irregolarmente una decina di metri fuori dell’area di rigore: alla punizione Filippini e palla che si stampava nell’incrocio destro della porta di Albertini. Generoso il finale dei Rossoblu e attorno al 31’ Salvati e Ribichini non riuscivano a concludere da buona posizione. Giornata davvero storta.
Nel dopo partita, commento amaro del d.g. della Civitanovese, Enzo Di Meo (nella foto). “Siamo stati svantaggio dalle assenze e da alcuni nostri errori – ha ammesso – e avrei voluto ripagare diversamente l’appoggio che gli sportivi ci hanno dato. Vedremo il da farsi per quanto riguarda il possibile potenziamento con qualche valida pedina”.
Il tecnico ospite, Stefano Filippini, che ancora a Civitanova molti ricordano per due ottimi campionati disputati in Eccellenza in maglia rossoblu, come Fabi Cannella, Coccia, Giovannini, non ha avuto dubbi nell’elogiare la sua squadra. “Una vittoria importante e meritata – ha sottolineato – contro una validissima Civitanovese che sicuramente sarà fra le protagoniste pèr la vittoria finale. Dopo una sconfitta immeritata – ha aggiunto rifacendosi alla sconfitta interna contro HR Maceratese, un successo che ci rilancia”, Vittorio De Seriis
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *