CIVITANOVA VIOLENTA. DOPO L’OMICIDIO DEL 39ENNE NIGERIANO UN ALTRO PESTAGGIO SU CORSO UMBERTO

Altra violenza in Corso Umberto I a poche ore dall’omicidio del trentanovenne nigeriano. In serata ancora botte e sangue sul marciapiede della strada principale di Civitanova. Qui un uomo è stato pestato, preso a calci e pugni e poi immobilizzato, spalle a terra, sopra una chiazza del suo stesso sangue. Anche di questo episodio qualcuno ha girato un filmato, che sta circolando sulle chat e che è diventato virale e che racconta di una Civitanova violenta. Il filmato dura quattro minuti e dopo una prima parte in cui avviene il pestaggio, nelle successive fasi c’è un uomo che tiene immobilizzato l’altro a terra, con un braccio poggiato sul collo mentre intorno si muovono vari personaggi, alcuni che riassettano i tavolini di un bar altri che si chiedono quando arrivi la polizia, o altri ancora che riflettono sul fatto che poche ore prima e a poche decine di metri c’era stato un omicidio. Quali siano le ragioni che hanno innescato questa violenza non si sa, ma è un ulteriore segnale del clima in una città in cui si è indubbiamente varcata una soglia che richiede non più post di circostanza da parte degli amministratori ma il coraggio di guardare in faccia a quello che sta accadendo e di chiedere presidi e controlli. Basta con la mistica della Civitanova sicura perché due episodi di questa violenza a poche ore di distanza lasciano sconcertati e indicano il livello di insicurezza di una città anche la notte abbandonata a se stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *