CIVITANOVA, SFRATTATO E SENZA UN LAVORO MUORE NEL GARAGE DOVE VIVEVA

Muore nel garage in cui viveva da alcune settimane, dopo lo sfratto subito all’inizio di aprile. Vittima di un malore un geometra di 55 anni, G. B., milanese di origine ma da tempo resistere a Civitanova. Era stato licenziato dalla ditta per cui lavorava e con cui aveva avuto problemi ultimamente. Questa mattina la sua compagna, non riuscendo a mettersi in contatto con lui, lo ha cercato nel garage che era diventato la sua casa, al civico 61 di via Saragat, e lo ha trovato morto. Sul posto il 118, ma per l’uomo non c’era più nulla da fare quando sono arrivati i soccorsi. I carabinieri, dopo aver effettuato un attento sopralluogo del locale, hanno concluso che il decesso era avvenuto probabilmente per infarto. Domani mattina verrà effettuata la ricognizione cadaverica all’obitorio dell’ospedale di Civitanova. Dopo la salma verrà riconsegnata ai familiari che vivono a Milano e che sono in viaggio verso Civitanova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *