CIVITANOVA, RINVIO A GIUDIZIO PER L’ATLETA VAGNOLI E PER LA SUA COMPAGNA

image

Sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di furto l’atleta e maratoneta Luigi Vagnoli e la sua compagna, Irina Berezoskaja. I fatti sarebbero accaduti nell’ambulatorio di fisioterapia di via Duca degli Abruzzi, davanti alla Ternana dove, mentre Vagnoli teneva occupati i pazienti con la fisioterapia, la donna approfittava per svuotare loro le tasche dopo che gli ignari avevano lasciato i vestiti in un apposito spogliatoio.

Sembra siano cinque i casi, per un “bottino” di circa 25mila euro. I due non si sarebbero limitati a rubare i soldi, ma si sarebbero appropriai anche di carte di credito per far spese a Porto San Giorgio, in boutique di Civitanova, o per fare le terme in tutta Italia, e pagarsi soggiorni vari in Toscana.

Da indiscrezioni emerse pare che la coppia sia al centro dell’interesse anche di altre Procure Italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *