CITTADINANZA ONORARIA ALLA SEGRE, L’ANPI SI ASSOCIA ALLA RICHIESTA

La sezione Anpi civitanovese si associa alla richiesta dei consiglieri di opposizione di tributare alla senatrice Liliana Segre la Cittadinanza Onoraria. “Sarebbe un atto di riconoscimento di grande importanza – dichiarano gli iscritti – un onore per la nostra collettività. Su questo non sono ammessi giochetti politici, distinguo capziosi. Riconoscere quello che la storia ha certificato, i crimini conseguenti alle leggi razziali, le persecuzioni, le discriminazioni, le violenze e le atrocità in nome di una presunta superiorità razziale, anche verso tanti italiani, dovrebbe vedere uniti tutti gli schieramenti. I distinguo servono solo a coprire una malcelata riserva mentale e culturale”.

L’Anpi fa riferimento alle affermazioni dell’Assessore Borroni che, dopo l’apertura del sindaco Ciarapica, aveva precisato di non essere disponibile a condividere un’istanza a senso unico invitando a prevedere una condanna verso tutti i totalitarismi del ‘900 e valutava strumentale e forzata la richiesta della minoranza. Gli faceva eco il consigliere Rossi sottolineando che proprio esternazioni come la sua, ambigue aggiungiamo noi, costringono Segre a vivere sotto scorta e alla minoranza a prendere queste iniziative.

Tornando all’Anpi che si è riunita lo scorso giovedì per discutere della questione, l’auspicio è che proprio per l’importanza che la proposta riveste sia discussa in consiglio comunale in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *