C’E’ LA CRISI MA NON PER I DIRIGENTI DELLA SANITÀ, L’ULTIMO CASO NEL MACERATESE

Contratti bloccati da alcuni anni e scioperi a raffica del personale del pubblico impiego.
Operatori sanitari compresi, che hanno proclamato una giornata di sciopero anche ieri.
Ma accanto a questa realtà nazionale, c’è chi ha ben pensato, a livello locale, di “arrotondarsi” lo stipendio e paradossalmente è proprio il sindacato che oggi denuncia il fatto.
I responsabili provinciali della funzione pubblica di CGIL e UIL, Matteo Pintucci e Maurizio Piccioni, dopo aver fatto diverse segnalazioni al Direttore dell’ Area Vasta 3, hanno deciso di mettere per iscritto e denunciare il fatto che tre Dirigenti Amministrativi dell’azienda sanitaria maceratese si sono attribuiti, addirittura con una determina dirigenziale, un premio aziendale pari a circa 20.000 euro ciascuno.
Il “super bonus” deriva dal riparto di alcuni fondi contrattuali della dirigenza residuali e pertanto in avanzo, degli anni passati.
Il contratto prevede che ogni anno vengano accantonate somme riservate alla dirigenza da destinarsi a premi di produttività, premi extra per aver contribuito al miglioramento dell’azione amministrativa, all’efficentamento di funzioni o sburocratizzazione di vecchie prassi.
Nel gennaio 2013 i sindacati hanno firmato una contrattazione aziendale sia per la dirigenza amministrativa che per quella sanitaria indicando i criteri di riparto di questi fondi legati alla produttività.
L’intesa non ha avuto seguito se non per l’autorizzazione delle somme a favore dei tre Dirigenti, una di questi è proprio la Dirigente che ha istruito la pratica. Una sorta di autoliquidazione.
Dopo oltre nove mesi dall’accaduto, nonostante le continue segnalazioni i rappresentanti sindacali pretendono una forte presa di posizione del Direttore Generale per la restituzione delle somme e l’avvio di una procedura di verifica sul comportamento dei Dirigenti in questione.
I bilanci piangono sempre di più, non si comprano nuove attrezzature obsolete, si tagliano i posti letto, ma qualcuno, che contabilizza questo, pensa che meriti premi di produttività, forse proprio per sforbiciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *