BLITZ DEI CARABINIERI DI CIVITANOVA IN DUE PALAZZONI A PORTO RECANATI

Dodici pattuglie di Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche e una unità cinofila antidroga di Pesaro, hanno proceduto ad un servizio straordinario di controllo del territorio nel comune di Porto Recanati finalizzato a contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, allo spaccio di stupefacenti e l’immigrazione clandestina.
Sono stati controllati due complessi abitati prevalentemente da stranieri e precisamente n. 25 (venticinque) appartamenti presso il condominio denominato “hotel house” e n. 5 (cinque) appartamenti presso il condominio denominato “river village”, eseguendo verifiche sugli occupanti stranieri e diverse perquisizioni personali e domiciliari. Durante il controllo al “River Village”, e’ stato tratto in arresto, in violazione dell’art. 73 d.p.r. 309/90 (detenzione fini spaccio sostanze stupefacenti), ALI RAZA, un Pakistano 36enne, già noto alle forze dell’ordine, residente a Porto Recanati ma di fatto senza fissa dimora, in quanto è stato trovato in possesso di 74,00 (settantaquattro) grammi di sostanza stupefacente di tipo “eroina”, divisa su tre involucri di cui uno contenente già 11 dosi pronte per la cessione. La droga era stata nascosta all’interno della canalina posta all’altezza del contatore dell’energia elettrica. Dopo l’arresto, il pakistano è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Camerino (MC).
Nel corso dell’operazione sono stati inoltre segnalati in stato di libertà all’autorita’ giudiziaria:
K. R., 31enne Tunisino e M.M., 35enne Tunisino, entrambi senza fissa dimora, in violazione dell’art. 6bis l. 286/1998 (straniero privo documento identificazione valido), in quanto controllati erano sprovvisti di qualsiasi documento di identificazione;
M.M., 39enne Osimano, per violazione al foglio di via obbligatorio dal comune di Porto Recanati per anni tre.
P.L., 53enne Polacco, senza fissa dimora, per la violazione dell’art. art. 388 c.p. (mancata esecuzione dolosa di provvedimento del giudice), poiche’ controllato quel centro, risultava a suo carico decreto obbligo dimora comune Loreto (AN).;
Complessivamente sono state identificate circa 120 persone, 2 bar e 2 locali commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *