BASSO BACINO DEL CHIENTI, MICUCCI “SI VA VERSO LA BONIFICA”

Basso bacino del Chienti, stanziati dalla Regione Marche 500 mila euro per una programmazione triennale che porterà alla bonifica della falda, un problema complesso che grava sul territorio del fiume Chienti da decenni. Questa la sostanza emersa dall’incontro organizzato dal Comune di Montecosaro e dalla Regione Marche a cui ha preso parte il capogruppo PD Francesco Micucci, componente della commissione territorio, ambiente e paesaggio, Massimo Sbriscia, dirigente dell’ufficio bonifiche del governo regionale e Reano Malaisi, sindaco di Montecosaro.
“Dopo decenni di immobilismo, si torna a trattare il tema del Basso Bacino del Chienti – spiega Francesco Micucci – Finalmente la Regione Marche prende in mano il problema: dopo aver attivato nel 2018 un tavolo tecnico con gli enti locali, stanzia ora risorse dirette: €500.000 per il 2019, 2020, 2021 e 2022”.
Secondo i tecnici è necessario innanzitutto fare un nuovo rilevamento dello stato dell’inquinamento dell’area, considerato che l’ultimo risale ormai a quattro anni fa. Lo studio è stato affidato all’Arpam, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, che avvierà le analisi la prossima primavera. Risultati attesi per l’inizio dell’estate. “Lo studio dell’Arpam è fondamentale per decidere la tipologia della progettualità, definiremo se riattivare alcune barriere idrauliche o scegliere azioni ex novo”.
“La questione della bonifica è fondamentale – ha aggiunto il sindaco di Montecosaro – e deve diventare tema partecipato, anche perché non sapremo mai quanto l’inquinamento ha inciso sul territorio in termini di salute. Queste risorse triennali costituiscono una novità importante”.
Presente all’incontro anche il sindaco di Morrovalle Stefano Montemarani, mentre erano assenti rappresentanti del comune di Civitanova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *