ATLETICO ASCOLI – CIVITANOVESE 3-1. CROLLO DEI ROSSOBLU NEI SUPPLEMENTARI

atletico-ascoli-festa-finale

Calcio Atletico Ascoli (4-3-3): Albertini; Serafini, Sosi, Fabi-Cannella, Gibss; Tedeschi ( 3’ sts Di Silvestre), Coccia, Iachini ( 15’ sts Santoni); Mariani (4’ sts Di Silvestre), Gassama / 22’ st De Marco), Giovannini. A disp.: Spinelli, Castellana, Funari, Felicetti). All. Filippini.

Civitanovese (4-4-2): Testa; Armellini, Martins, Carafa ( 8’ st Garcia), Federico ( 10’ sts Falkestein); Rodriguez ( 28’ si Ferrari), Veccia, Vechiarello, Miramontes; Salvati ( 8’ st Dutto), Ribichini ( 29’ st Galdenzi). A disp.: Lorenzetti, Milanesi, Escobar, Emiliozzi. All. De Filippis.

Arbitro Enrico Eremitaggio della sezione di Ancona (Mattia Piccini e Marco Marinelli di Ancona)

Reti: 46’ pt Mariani, 9’ st Martins, 9’ pts Mariani, 12’ pts Coccia (rig).

Note: pomeriggio fresco senza pioggia. Ammoniti: Tedeschi, Giovannini , Ribichini, Galdenzi. Espulsi 13’ sts Veccia, 15’ pts Galdenzi, 5’ sts Miramontes, tutti per gioco falloso). Spettatori oltre 800, di cui 200 ospiti, angoli: 5-7; recuperi: 1’ pt, 4’ st.

Ascoli P. – Finale dei play off negativa per la Civitanovese che non è riuscita a utilizzare al meglio il suo brillante avvio di gara con il giovanissimo portiere ospite decisivo in almeno due occasioni e un palo colpito e dopo aver concluso in parità i tempi regolamentari (1-1) è crollata nel primo dei due tempi supplementari quando era giusto attendersi una risposta più pronta dei suoi giocatori sulla base delle precedenti prestazioni. Così non è stato e dopo aver incassato nel primo tempo dei supplementari due reti decisive dei padroni di casa, la delusione e il nervosismo hanno fatto sì che ben tre giocatori finissero anzitempo negli spogliatoi. Finisce così il cammino della Civitanovese che festeggerà il suo centenario senza quella promozione alla quale un po’ tutti, dall’’inizio, credevano. Un plauso per l’organizzazione della Società ascolana e alle forze dell’ordine, per cui tutto si è svolto nella più assoluta regolarità.
Partita. Dopo un tentativo dei padroni di casa al 5’con l’onnipresente n. 5 Coccia, rossoblu brillanti con Miramontes che all’8’ impegnava Albertini in una difficile deviazione in angolo. Un minuto dopo, a conclusione un efficace manovra degli avanti rossoblu, Rodriguez colpiva il palo. Al 21’ ancora Miramontes in evidenza ma la sua conclusione metteva ancora una volta in risalto la bravura del n.1 dei locali. La prima vera azione della formazione di Filippini al 32’ quando c’era un efficace affondo di Giovannini ma il suo tiro finiva fuori. Un po’ a sorpresa il vantaggio dell’Atletico Ascoli proprio nel primo minuto di recupero: Iachini in avanti, intervento imperfetto di Federico e Mariani si veniva a trovare solo davanti a Testa e metteva in rete.
In avvio di ripresa Civitanovese decisamente in avanti: 7’ Ribichini e Salvati in rapida successione alla conclusione, ma i loro tiri venivano murati. Il pareggio era nell’aria e al 9’ su angolo battuto da Rodriguez, Martins svettava bene di testa e metteva in rete: è la sua unica rete in rossoblu.. I padroni di casa reagivano efficacemente: 17’ cross dui Giovannini, Gassama di testa debole e centrale, 23’ su cross di Fabi-Cannella, De Marco non riusciva alla deviazione dalla breve distanza. Erano poi i rossoblu a sfiorare i successo: 42’ occasionissima per Galdenzi ma Albertini non si faceva sorprendere; 44’ punizione di Miramontes con deviazione in angolo.
Si andava così ai supplementari e il sogno della Civitanovese finiva subito: 9’ Tedeschi era bravo a imbeccare Mariano che otteneva il suo secondo gol; 12’ fallo di Veccia su Tedeschi: rigore, il nono contro della stagione, che Coccia trasformava. Poi le tre espulsioni dei rossoblu in successione quelle di Veccia e Galdenzi, nella prima frazione dei supplementari e Miramontes nella seconda frazione. Il campionato della Civitanovese si concludeva così con una forte delusione.
Sarà ora la formazione ascolana, che si è sbarazzata in questi play off prima dell’HR Maceratese, poi della Civitanovese, a contendersi domenica prossima con la Vigor Senigallia la promozione in Eccellenza: martedì le due società si incontreranno nella sede del Comitato per decidere sul previsto campo neutro
Nella foto: festa finale dell’Atletico Ascoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *