ASTERISCHI ROSSOBLU

Le sconfitte bruciano, ma vanno anche accettate soprattutto quando la vincente merita di cingersi la testa di alloro. Al Mancini non c’erano rami del genere, ma la soddisfazione della Civitanovese è stata grande, anche perchè, alla luce dei fatti, ha vinto la squadra che ha segnato un gol di più. Molto pacato perciò il commento del buon Antonio Mecomonaco, quando si è reso conto dello stato d’animo di un po’ tutto il popolo granata, dal presidente, all’ultimo tifoso, anche perchè in occasione del genere lui stesso non ha addebitato colpe al direttore di gara, ma semmai ai suoi che in talune circostanze non hanno saputo trasformare in moneta sonante le occasioni che si erano presentate. Sta di fatto, stando al “tabellino” stilato da uno dei più quotati giornalisti fanesi, Clappis, il voto più alto è stato attribuito al portiere Marcantognini, segno evidente che a creare più occasioni di rilievo è stata la Civitanovese. Sta di fatto che il Mancini, porta bene ai rossoblu che anche lo scorso hanno vinto per due a zero.

* * *

Una striscia di cinque vittorie è già un piccolo primato della Civitanovese, stando per lo meno agli ultimi cinque anni di attività.. Nel campionato 2010-11 i successi di fila sono stati 3, in quello 2011-12 le vittorie consecutive sono state quattro, tre nelle ultime due stagioni. E’ inoltre la terza vittoria esterna, dopo quelle di Castelfidardo e Giulianova, che in base alla “media inglese”, alla quale si guarda poco ma che rimane un ottimo indicatore per valutare il cammino di una squadra, hanno portato i rossoblu in positivo +1. Un andamento, quindi, di tutto rispetto che hanno compensato il -5 delle gare interne dovuto alla sconfitta con la Maceratese e al pareggio con la Samb. Tutto sommato un andamento davvero spumeggiante per i rossoblu e la riprova dell’entusiasmo che sta crescendo attorno ai ragazzi di Mecomonaco lo si avrà nella gara di domenica contro la Recanatese che ieri ha fermato il Matelica.

* * *

Durante la conferenza stampa di sabato mattina, il ds Daniele Muscariello non era presente, ma ha fatto ugualmente recapitare un messaggio con il quale presagiva il successo dei rossoblu a Fano per tre a zero. I gol, com’è ormai noto, sono stati effettivamente tre, ma solo due per la sua squadra. Niente di male, ovviamente, dal momento che ben vengano le vittorie anche con il minimo scarto, e la valutazione ottimistica del dirigente rossoblu, impegnatissimo in questo periodo per tenersi costantemente aggiornato su quanto sta emergendo nel mercato del calcio che si aprirà il primo dicembre, è la testimonianza di quel sano ottimismo che si è creato in questo momento attorno alla società, alla squadra e al pubblico, tre elementi fondamentali per garantire a ogni formazione una rotta tranquilla e un approdo tranquillo.

* * *

La classifica dei marcatori, fermo Amodeo che a Fano non ha segnato, ha pertanto assunto la seguente fisionomia: Amodeo 9 reti. Napolano (Samb) con sette reti, Ểsposito (Chieti) e Bugaro (Vis Pesaro) con sei; a 5 reti ben sette giocatori, compreso il nostro Pintori e che sono: Pazzi (Matelica), Miani (Campobasso), Sivilla (Fano), che ieri non ha giocato, Bisegna (S.Nicolò), Galli e Marolda (Recanatese).

1 Response

  1. Marco74 ha detto:

    Ma i ragazzi delle BRB non seguono più la Civitanovese?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *