ASTERISCHI ROSSOBLU

Al di là del punto acquisito, il pareggio ottenuto dalla Civitanovese a Recanati rappresenta una sorta di regalo che i giocatori hanno fatto alla città. I tifosi rossoblu presenti al Tubaldi, per lo meno quella esigua parte, che può essere considerata il gruppo dei fedelissimi, hanno apprezzato l’impegno di tutti i giocatori e la loro professionalità, fortemente minata da una serie di contraddizioni societarie e dalle promesse fatte e non mantenute dell’inizio di stagione.Nella foto del sito della Civitanovese, il saluto della squadra. Ragazzi, ormai, senza più sistemazione alberghiera e di ristorazione, che devono necessariamente fare ritorno a casa per sopravvivere, che devono allenarsi da soli, compiere lunghi tragitti in auto per partecipare alle partite. Adesso c’è l’impegno di Termoli in casa nell’anticipo di giovedì 2 aprile, ma poi ci sarammo altre cinque decise partite, decisive in termini di sopravvivenza. È perciò urgente un concreto impegno del presidente Patitucci, al quale, in primis, fa capo la responsabilità di quanto accaduto.
* * *
Ancora una bella conduzione tecnica da parte di Carrer che è un po’ l’amuleto che si rira fuori nei momenti di difficoltà. Giorgio si è pazientemente messo a disposizione della squadra e ha saputo tenere solido quello spirito di gruppo necessario per superare i momenti di difficoltà. che sono emersi e dei quali non ha nessuna responsabilità, compresi ovviamente i giocatori sicuramente ingannati all’inizio di stagione e fino al periodo natalizio, per cui ora sono costretti a tirare avanti per mantenersi in attività. A parte lo schieramento adottato, Carrer ha il merito di aver inserito in squadra alcuni promettenti giovani della formazione Juniores, uno dei quali, Marco Passalacqua, diciotto anni compiuti a dicembre, è stato l’autore del pareggio, sfiorando addirittura, come ha raccontato la bravissima Marta Bitti, il vantaggio. Ragazzi sui quali si deve contare da qui alla fine di questo soffertissimo campionato, e soprattutto nella nuova stagione, che ci auguriamo possa far dimenticare le traversie di quest’anno.
* * *
Se Atene piange, dice il famoso detto, Sparta non ride e onore a parte che va alle due storiche realtà dell’antichità, la Civitanovese non sta poi affondando come si poteva ritenere in queste settimane di promesse mancate. In classifica perciò ci sono squadre che non stanno facendo meglio dei rossoblu che non vincono da ben tre mesi. L’ultima vittoria, difatti, risale alla sedicesima del girone di andata, in casa contro il Campobasso, battuto per 2-1. Era il 21 dicembre. Da allora si sono disputate dodici partite che hanno fatto affluire in classifica sei punti, in altrettanti pareggi, e ben sei sconfitte. Una media da retrocessione diretta se non ci fosse stato quel “tesoretto” delle sette vittorie di fila, dalla sesta alla dodicesima giornata, che avevano costituito una illusoria situazione di normalità e di ottimismo. Civitanovese, perciò, si fa per dire, ancora in zona play off e il merito va ai giocatori e a quanti si sacrificano ancora attorno alla società.
* * *
Se sarà confermata l’ammonizione riportata al Tubaldi, Marco Bigoni incapperà in una giornata di squalifica, essendo in diffida assieme a Cossu. Il suo primo stop da quando è giunto in forza alla Civitanovese, nella quale ha dato sicuramente il suo apporto nei ruoli in cui è stato utilizzato, prima da Mecomonaco e dopo da Carrer. Alla sua assenza si aggiungerà, ovviamente, anche quella di Giammarco Mioni, che dovrà scontare la seconda delle tre giornate di squalifica. L’espulsione del ragazzo, avvenuta nel corso della sfortunata gara contro L’A.J. Fano, va sicuramente messa in relazione allo stato di nervosismo che è andato via via aumentando in seno alla squadra in presenza di tante incertezze societarie.

* * *
A rendere più sostanzioso il fine settimana della Civitanovese, ci hanno pensato anche i ragazzi della Juniores che sabato hanno umiliato l’Alma Juventus Fano superandola al Polisportivo con un brillante 4-1. La squadra di Paolo Morresi ha raggiunto al quinto posto in classifica il Pesaro, fermo sabato per riposo, a quota 43 punti, per cui sta rafforzando le aspettative di entrare nei play off. Contro la formazione fanse, un momentaneo 1-1 , dopo il vantaggio rossoblu al 6′ con Silla, bravi a utilizzare una rapida preparazione di De Martino e cross finale di Perta, poi ripresa dominata dalla squadra di Morresi con reti di Magini al 20′,direttamente su calcio di punizione, al 25′ con Baiocco, dagli undici metri, e nel finale con il rapidissimo Zekiri, per la contentezza di mamma Sibajet.
Rossoblu in campo con: Screpanti, Mosca, Beruschi, Foresi, Perta, Magini, Silla, Baiocco (Singh), De Martinoi (Gennari, della formaziond Allievi), Rapagnani (Salvati) e Zekiri.
Venerdì 3 aprile la Civitanovese Juniores dovrà recarsi a Chioggia per afffrontare la locale Clodiense: c’è da augurarsi che siano reperibili i fondi per la trasferta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *