ACADEMY PER I GIOVANI: UN INSEGNAMENTO DI VITA

Fra gli obiettivi che la società calcistica Academy persegue con molto impegno in questi primi due anni di attività, non ci sono solo quelli di creare attorno ai giovani opportunità di crescita calcistica, ma di utilizzare lo sport come veicolo comunicativo ed educativo tra genitori e figli. Non è certamente possibile ottenere tutto e subito, ma attraverso vari tentativi e momenti di approfondimento, si possono creare dei validi presupposti per aiutare i giovani a crescere come sportivi e persone. Una di queste occasioni è stata quella che l’Academy ha organizzato nell’accogliente struttura del Sandwich Time, in via Einaudi, dove tanti genitori e ragazzi si sono trovati insieme per ascoltare le profonde riflessioni della psicologa Eva Delmonte, che collabora attivamente con quella società calcistica, tanto da divenirne un riferimento importante.
Apertura dei lavori con i saluti e le informazioni sulle attività portate avanti, i risultati ottenuti in termini di risultati e convocazioni, nonché i doverosi riconoscimenti ad alcuni sponsor, da parte del presidente Paolo Squadroni e del direttore sportivo Leandro Vessella, con il compiacimento dell’assessore ai servizi socio-assistenziali e promozione sociale, Yuri Rosat, il quale, nell’apprezzare quanto l’Academy sta portando avanti nel settore giovanile, ha condiviso il significato dell’incontro, augurando ai ragazzi di “arrivare, oltre ai successi calcistici, alla Serie A della vita – ha detto – e di crescere nel rispetto verso se stessi e gli altri”. Alla serata è intervenuto anche l’allenatore della Civitanovese, Roberto Cevoli, legato a Leandro Vessella da trascorsi calcistici, il quale era accompagnato dal preparatore atletico, Marco Torelli. Presente lo staff tecnico della società e il nuovo fisioterapista Riccardo Verdini, che affiancherà in tale attività Paolo Bizzarri.
Da parte della psicologa Delmonte, tutta una serie di approfondimenti su aspetti di vita importanti quali l’educazione, la comunicazioni, la doppia funzione dello sport in termini di formazione e di crescita delle particolarità di ciascuno, mettendo particolarmente a fuoco un aspetto fondamentale che molti genitori trascurano e cioè che sia il ragazzo o la ragazza a scegliere lo sport preferito. Quali sono, inoltre, gli aspetti educativi dello sport? Quelli che consentono ai giovani di “identificarsi con i compagni – ha puntualizzato la Delmonte, anche con l’ausilio di alcune efficacissime slide – di fare propri gli aspetti di disciplina, libertà, correttezza verso gli altri e riconoscimento e rispetto verso le autorità”, estendendo quest’ultimo riferimento all’arbitro, “figura – ha puntualizzato la psicologa – da valorizzare di più”. Anche lo sport, dunque, è un’occasione di crescita per i giovani dal momento che “può aiutare, con opportuna disciplina – è stato detto – , a mettere in atto, a svolgere le buone inclinazioni e a combattere quelle non buone”.
Fra i prossimi impegni della società, raduni con il Pescara e Sassuolo che avranno luogo nel campo sportivo di Porto Potenza Picena, società gemellata con l’Academy, considerata la precarietà delle strutture cittadine, il Campus estivo. Conclusione della serata con i dolci e i gelati offerti dal titolare del Sandwich Time, Andrea De Carolis, anche lui molto vicino alle attività dello sport, che i ragazzi, ma non so0lo loro, hanno gradito moltissimo.
Nella foto (da sinistra) Vessella, Rosati, Squadroni, Delmonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *