A MOMBAROCCIO: “ARTE NON STOP” CON MARISA CESANELLI

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Domenica 1 luglio alle ore 12,00, a Mombaroccio, presso la chiesa di San Marco, è stata inaugurata la mostra d’arte contemporanea “Frammenti” a cura di Lorenzo Fattori, Daniele Taddei e Lucia Spagnuolo, attraverso il passaggio del testimone, rappresentato in questo caso dallo scambio dei cataloghi sulla mostra, da Luisa Bergamini a Marisa Cesanelli, nell’ambito del progetto artistico “Arte non stop”. Daniele Taddei, uno dei curatori, ha contribuito a storicizzare il percorso artistico di Marisa Cesanelli, partendo dagli anni trascorsi seguendo i corsi accademici fino ai nostri giorni; quaranta anni di storia artistica, iniziata con gli insegnamenti del maestro Remo Brindisi, che hanno contribuito alla creazione di un bellissimo disegno esposto a Mombaroccio, fino ad oggi, passando per la scomposizione delle forme al momento in cui queste riescono a prendere il volo. Sono opere che richiedono una tecnica laboriosa, Marisa organizza le idee, poi l’immagine, sa padroneggiare le proprietà dei materiali: trasforma materie non estetiche in un ordinato movimento ritmico che le rende estetiche. All’inaugurazione è intervenuto Lorenzo Fattori, che ha ribadito l’importanza della pubblicazione dei cataloghi collegati agli eventi artistici, perchè lasciano una traccia e il ricordo della mostra, in questo modo, può viaggiare nel tempo. Mauro Ferri, vice sindaco di Mombaroccio ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale, e ha ringraziato il rappresentante della Pro Loco, Varis Iacucci, che ha consentito la realizzazione di questo evento. Infine Lucia Spagnuolo, curatrice assieme a Daniele Taddei e Lorenzo Fattori del progetto “Arte non Stop” si è soffermata sulla descrizione della pianificazione dell’organizzazione di questa mostra. Dietro ogni artista c’è un progetto, la volontà di realizzare un lavoro scrupoloso attraverso il confronto con la creatività artistica, il tutto in questo caso è stato realizzato attraverso la saggezza e la cultura dei curatori che si sono messi a disposizione dell’arte in modo gratuito e senza risparmiarsi. L’inaugurazione si è conclusa con la lettura, da parte dell’artista Gabriella Cesca, di una poesia che il poeta maceratese Mario Monachesi, ha dedicato all’incantevole borgo medievale di Mombaroccio e con la presentazione della terza staffettista: Judith Stafford. Maria Giuseppina Coppola
Nella foto (da sinistra): vice sindaco Mauro Ferri, Gabriella Cesca, Mario Monachesi, Marisa Cesanelli Daniele Taddei,Judth Offord, Lucia Spagnuolo, Lorenzo Fattori , Luisa Bergamini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *