A CIVITANOVA, REVOCATA L’ORDINANZA ANTIACCATTONAGGIO

accattonaggioLa Prefettura di Macerata ha inviato nella giornata di ieri, 26 giugno, il proprio nulla osta alla revoca dell’ordinanza antiaccattonaggio emessa nell’ottobre 2008, come da richiesta formulata dal sindaco Tommaso Claudio Corvatta. Nella comunicazione, si prende atto della “scarsa o nulla efficacia” del provvedimento, “anche in considerazione di un ordinario principio di economicità amministrativa”.
Con l’ordinanza, emessa dalla precedente amministrazione comunale, si interdiva nel territorio di Civitanova Marche l’attività di accattonaggio, impedendo di fatto la ricerca di anche minime risorse economiche utili al sostentamento per soggetti in gravi difficoltà.
L’amministrazione comunale può quindi procedere con l’annullamento dell’ordinanza, che rappresenta solo un presupposto per una presa in carico più complessiva di tutti coloro che versano in difficoltà economiche.
“Non è negando agli ultimi il diritto di sussistenza sul territorio comunale che si può ottenere un miglioramento della vivibilità cittadina – commenta il sindaco Corvatta. Noi vorremmo che chiunque avesse la possibilità di avere di che vivere, ma contemporaneamente rispetti le basilari regole della comunità. L’obiettivo che ci poniamo è più complesso e prevede l’inclusione sociale, con tutti i diritti ed i doveri ad essa correlati. Credo che la società di Civitanova Marche possa e debba prendersi cura anche di chi si trova in fondo alla scala economica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *