A CIVITANOVA È L’ESTATE DELLE TRANSENNE

img_4055

L’estate delle transenne. Anche per la serata di Popsophia tutto sbarrato. Transenne ovunque, in tutti i sensi. “Escluse – denuncia Mirella Franco (consigliere comunale e segretario Pd) – anche le persone con disabilità uditiva, per le quali non è stato previsto alcun servizio di accessibilità, nonostante Civitanova fosse diventata in questi anni un esempio da seguire a livello regionale e nazionale grazie ai servizi di sottotitolazione simultanea ed interpretariato in Lingua dei Segni (LIS), che non erano mai mancati negli eventi più rilevanti. Un grave passo indietro.
E la Segretaria si sofferma anche sui costi e sulle presenze. “Popsophia è costato 18 mila euro ai civitanovesi, eppure tanti cittadini ne sono rimasti esclusi. Lo spazio scelto dall’amministrazione, il Lido Cluana, non era adeguato, meglio sarebbe stato organizzare lo spettacolo al Varco sul mare per consentire a un maggior numero di cittadini di partecipare. Dopotutto bastava attingere all’esperienza delle commedie dialettali, che ad ogni rappresentazione attirano più di mille persone per immaginare che non fosse adeguata l’area del Lido dove sono state sistemate 400 sedie e le presenze (contate dalla foto postata dal sindaco) sono state tra le 600 e le 700, non le mille che Ciarapica riferisce. Una spesa di 18 mila euro per poco più di 600 partecipanti!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *