“PRENDIAMOLA CON FILOSOFIA” SI FA INTERNAZIONALE

Prendiamola con filosofia”, il festival internazionale in diretta streaming su www.prendiamolaconfilosofia.it, non ha deluso il grande pubblico della rete. La staffetta di filosofi, psicologi e divulgatori, volta a fornire strumenti pratici per la quarantena, ha fatto centro, diventando virale sui social.
Lucrezia Ercoli, ha anche stavolta portato un suo spunto di riflessione, partecipando ad un’“Intervista impossibile” condotta da Adriano Ercolani. La direttrice di Popsophia ha interpretato il ruolo di Diotima, accompagnata nei ragionamenti nientemeno che da Platone (impersonificato da Pietro del Soldà) e Sigmund Freud (da Danilo Simoni).
Il dibattito si è concentrato, giocoforza, sulle passioni ai tempi del Covid-19, e il suo successo dell’appuntamento si è amplificato in ogni angolo del web.
“In questi giorni di forzata quarantena – ha detto l’immaginaria Diotima di Lucrezia Ercoli – una delle frasi che risuona più spesso, tra chat e video chiamate, è: “Appena possibile, organizziamo una cena tutti insieme”. Il tempo giusto, allora, per ricordarci che uno dei luoghi fondativi e originari del pensiero filosofico occidentale è proprio questo: una cena tra amici. ‘Il Simposio’, letteralmente ‘sum pinein’, bere insieme”.
Come amare oggi? Ha esordito Adriano Ercolani. “L’amore platonico non è senza baci, senza sesso e senza godimento, si parte sempre dall’amore per i corpi per poi arrivare a qualcos’altro – ha ribattuto Lucrezia Ercoli – e non mi sento di deridere chi in questa quarantena si affida ad un corpo virtuale, in assenza di un corpo in carne ed ossa. In questi giorni, però, molte coppie stanno vivendo separate e hanno riscoperto quello che io evocavo nel Simposio: l’amore che si fa con le parole, le dichiarazioni d’amore più belle avvengono quando l’altro non c’è. L’amore sa essere creativo e poetico nel suo desiderare qualcosa che non possiede”.
Sappiamo poco o nulla sulla figura di Diotima, la sacerdotessa che “dice la verità su Amore”, ma Socrate nel Simposio ci rivela un dettaglio prezioso, ancor più alla luce dei tempi che stiamo vivendo: è stata proprio lei, la straniera di Mantinea, esperta nei sacrifici agli dei, a ritardare la terribile peste che colpì Atene, facendo guadagnare alla città altri dieci anni di prosperità. Forse è il caso di ascoltarla!
L’amore è, del resto, capace di salvare l’anima. “Sono tempi difficili, di dolore e di perdita – le parole di Lucrezia Ercoli -. Ma è proprio nel dolore che inizia il viaggio. Un percorso dove, passaggio inevitabile, bisogna perdere qualcosa per desiderare di riconquistarlo. Così, la bellezza torna nel mondo come utopia”.
La diretta di “Prendiamola con filosofia” è rimbalzata su migliaia e migliaia di Pc, tablet e smartphone, ampliata come un megafono da media come Repubblica e molti altri.
“Prendiamola con filosofia” è progetto di Tlon (Andrea Colamedici e Maura Gancitano) e dell’agenzia Piano B.

1 Response

  1. giuseppe vallesi ha detto:

    …mah, chissà se anche la spesa al supermercato si potrà prendere con la filosofia!? Arimah!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *